Agosto 14, 2020

I Love The City Amman in Giordania - Una delle città più sofisticate del Medio Oriente

La cultura della Giordania è un piacevole miscuglio di vecchio e nuovo e Amman (la sua capitale) è diventata rapidamente una delle città più sofisticate del Medio Oriente.

La Giordania ha diverse comunità con molti diversi gruppi etnici che vivono in questo piccolo paese, dove il 95% della popolazione giordana è di origine beduina o palestinese. Il restante 5% proviene da diverse origini etniche come circassi, ceceni, armeni e curdi.

La Giordania è un paese musulmano in cui l'Islam è la principale religione praticata, ma quasi il 10% della popolazione pratica il cristianesimo.


La cultura della Giordania segue le tradizioni arabe in quanto il Regno è nel cuore del Medio Oriente. La lingua ufficiale è comunque l'arabo L'inglese è ampiamente usato in commercio, governo e insegnamento presso scuole pubbliche e private.

Accanto alla cultura tradizionale, le giovani generazioni della Giordania stanno producendo nuove forme di musica, arte e teatro. Come tale, nuovi hotspot culturali stanno comparendo con caffè, librerie e gallerie soprattutto ad Amman.

Amman lo è costruito su sette collio jabals, ognuno dei quali definisce più o meno un quartiere. Ha qualcosa per tutti; puoi goderti i siti storici o andare a Down Town per una vera esperienza locale e goderti i vecchi suk per acquistare souvenir o spezie e provare il cibo autentico locale nei piccoli ristoranti lì.


Puoi anche andare a Jabal Amman con le sue lunghe strade lastricate e goditi una passeggiata lì e vivi tutta la cultura con una sensazione modernizzata e più ristoranti alla moda, caffè e negozi.

Amman in Giordania è una delle più antiche città abitate continuamente del mondo. È classificata come una città globale Gamma nel World City Index e nominata una delle migliori città MENA in base a fattori economici, lavorativi, ambientali e socio-culturali.

È anche considerata una delle città più ricche e orientate all'occidente in Medio Oriente.


Amman ha una storia ricca e antica con molte civiltà che risalgono ai tempi antichi. Il primo record è stato durante il periodo neolitico in cui le prove di una vita stabile e la crescita attraverso il lavoro artistico scoperto suggeriscono una civiltà ben sviluppata. Dopo questo Amman fu chiamato Rabat Amon dagli ammoniti. Gli Assiri lo conquistarono in seguito seguirono i Persiani e poi i Macedoni che cambiarono il nome in Philadeiphia, che in seguito divenne parte del regno nabateo fino al 106 d.C. quando passò sotto il controllo romano e si unì alla Decapoli. L'era bizantina venne dopo e le chiese di questo periodo sono ancora presenti.

Il nome Amman venne durante l'era di Ghassan. Crebbe e prosperò sotto i Califati di Omayyadi (a Damasco) e Abbasidi (a Baghdad).

Numerosi terremoti e catastrofi naturali distrussero la città fino a quando i circassi arrivarono dalla regione del Caucaso dell'Asia occidentale nel 1878 a causa dell'espansione della Russia verso sud. Hanno iniziato a ricostruire la città e questo è quando è iniziata la storia "moderna" di Amman.

La ferrovia Hejaz durante il periodo sultano ottomano contribuì a collegare Damasco e Medina; ciò fece di Amman una stazione principale e la rimise sulla mappa commerciale.

Nel 1921 il re Abdullah I, scelse di stabilirsi ad Amman per il suo stato di Emirato di Transgiordania appena creato, che in seguito fu selezionato per essere la capitale del regno.