Agosto 13, 2020

Undici cose che potresti non sapere sull'Etiopia

Etiopia è una delle destinazioni più popolari di Wild Frontiers in Africa, ma è ancora relativamente poco visitato.

Il paese ha lavorato duramente per superare le percezioni negative nel corso degli anni e sta lentamente guadagnando una reputazione come una delle destinazioni più varie e affascinanti dell'Africa.

Ecco undici cose che potresti trovare sorprendenti sull'Etiopia:

1. L'Etiopia è la patria del luogo più crudele sulla terra

National Geographic ha chiamato il Depressione di Danakil "Il luogo più crudele sulla terra". Questo proibitivo bacino del deserto si trova nel nord-est dell'Etiopia e ha temperature tutto l'anno di 95 gradi, che a volte ha raggiunto un massimo di 145 gradi. Il sale depositato quando il mar Rosso inondando questa regione molti millenni fa fornisce una fonte di reddito molto necessaria per il popolo Afar, che rischia condizioni pericolose per estrarre il sale abbondante.


2. L'Etiopia era la patria di un dio vivente, secondo il movimento Rastafari

Imperatore Haile Selassie fu il reggente dell'Etiopia dal 1916 al 1930 e imperatore dal 1930 al 1974, quando fu rovesciato dal dittatore marxista Mengitsu Haile Mariam. Haile Selassie era l'erede di una dinastia che secondo come riferito risale al Menelik I, figlio della regina di Saba e re Salomone. Come tale è stato visto come il messia restituito della Bibbia, Dio incarnato, dal movimento Rastafari. Il suo nome viene spesso inserito nelle canzoni del reggae e la "Guerra" di Bob Marley si basava su un discorso tenuto da Haile Selassie alle Nazioni Unite nel 1963.

3. L'Etiopia ha una scena musicale estremamente varia

Molti di Le diverse tribù dell'Etiopia sono associate a diversi stili musicali. Indubbiamente l'esportazione musicale più popolare è Ethio-Jazz. Tradizionalmente, la musica etiope si basa su cinque note, ma nel musicista degli anni '70 Mulatu Astatke ha iniziato a fondere questi cinque toni con i 12 toni del jazz, ed è nato Ethio-Jazz. Puoi ascoltare Ethio-jazz oggi in uno dei tanti locali di musica dal vivo di Addis Abeba.

4. Uno dei residenti più famosi dell'Etiopia ha 3,2 milioni di anni

AL 288-1 (più comunemente noto come Lucy) è un Australopithecus Afarensis trovato nella Depressione di Afar nel 1974. Il suo scheletro è stato trovato completo al 40%, una scoperta sorprendente che ha entusiasmato gli antropologi di tutto il mondo, fornendo preziose informazioni sull'evoluzione degli umani moderni.


Nonostante abbia una camminata eretta simile a quella degli umani, Lucy ha una piccola capacità cranica simile a quella delle scimmie, a sostegno dell'idea che il bipedalismo ha preceduto l'aumento delle dimensioni del cervello nei primi umani. Nonostante fosse un adulto adulto, Lucy sarebbe stata alta solo 3 piedi e mezzo e avrebbe pesato 63 chili. Dopo sei anni in tournée negli Stati Uniti, Lucy è tornata in Etiopia nel maggio 2013 e ora risiede nel Museo Nazionale di Addis Abeba.

5. La valle dell'Omo è uno dei luoghi tribali più diversi dell'Africa

Il remoto Valle dell'Omo nel sud-ovest dell'Etiopia ospita alcuni dei gruppi etnici più affascinanti e diversi dell'Etiopia, tra cui Hamer, Banna, Mursi e Surma. Tra i Mursi è ancora comune per le donne indossare grandi ceramiche o piatti di legno nelle loro labbra inferiori.

6. La regina di Saba venne dall'Etiopia

Secondo la leggenda, il Regina etiope di Saba viaggiò in Israele per visitare il re Solomon. Dopo aver servito un pasto a base di cibi piccanti, il subdolo re lasciò un bicchiere d'acqua al capezzale della regina, che si svegliò di notte per bere da esso. Con una mossa astuta, Salomone giurò di non prendere nulla dalla regina, se non avesse preso nulla da lui.


Salomone allora chiese la sua parte dell'affare, e la regina sarebbe presto tornata in Etiopia portando con sé il figlio di Salomone, il futuro re Menelik. Si dice che Menelik abbia visitato suo padre in Israele, dove si è allontanato con l'Arca dell'Alleanza, spiegando la sua presunta posizione attuale in Axum.

7. La danza delle spalle è una forma popolare di danza

Questa forma unica di danza ha le sue origini nella vita tribale in Etiopia. Eskesta, che significa "spalle danzanti", è praticato per una varietà di canzoni di guerra, canzoni d'amore, canzoni da caccia e canzoni da pastore.

8. L'Etiopia è sette anni dietro il resto del mondo

L'Etiopia continua a utilizzare il Calendario giuliano, che la maggior parte del resto del mondo ha smesso di usare nel 1582. Il calendario giuliano è composto da 13 mesi - 12 mesi della durata di 30 giorni e uno della durata di 5 giorni. Il paese celebra il nuovo anno l'11 settembre.

9. L'Etiopia ospita una fauna selvatica unica

L'Etiopia ha una varietà di fauna selvatica unica, la più famosa è la Babbuino Gelada, che vive negli altopiani etiopi. Un altro animale famoso è il Simien Foxo lupo etiope. Simile al coyote per dimensioni e corporatura, ha la pelliccia rossa e bianca ed è il carnivoro più minacciato dell'Africa. Il posto migliore per vedere la volpe di Simian è nelle Bale Mountains.

10. Scenari sbalorditivi

L'Etiopia ha un incredibile varietà di stupendi scenari, dalle montagne come le catene di Bale e Simien, al paesaggio vulcanico della depressione di Danakil, alla fertile valle dell'Omo. I vari scenari del paese sono una delle maggiori sorprese per i visitatori che ancora associano il paese ai richiami della carestia degli anni '80.

11. L'Etiopia è una roccaforte di Christan

L'Etiopia ha un affascinante mix di religioni tradizionali e antiche credenze spirituali. Oltre il 60% della popolazione è cristiana, con la maggioranza di quelli ortodossi etiopi. La lunga storia del cristianesimo in Etiopia può essere vista nelle affascinanti antiche chiese scavate nella roccia di Lalibela, e la chiesa afferma di possedere l'arca dell'Alleanza, ad Axum. Il festival più popolare del paese è l'annuale Festival di Timkat, una festa rumorosa e colorata in cui un modello dell'Arca è sfilato per le strade e i sacerdoti usano potenti tubi per spruzzare la folla con acqua santa.



► 5 Cose che potresti NON sapere su Resident Evil 4! (Agosto 2020)