Gennaio 26, 2021

Mangia Akra, balla con Baatin e saluta la Gambia

Giovedi mattina ed è il nostro ultimo giorno intero.

Dopo un'altra visita a scuola al mattino (per conto del Fondo di sviluppo scolastico di The Gambia Experience), Shelagh e io passiamo il pomeriggio a visitare i nostri amici guineani per salutare.

Più chat, più canto e qualche altra foto.


Siamo davvero commossi quando danno a ognuno di noi una scultura in legno. Sono meravigliosi ma non posso fare a meno di pensare che non avrebbero dovuto. No, non avrebbero dovuto. Hanno così poco. Farò tesoro della scultura e quando sono seduto a casa in una fredda serata invernale inglese sono sicuro che riporterà molti ricordi felici dei miei amici in Africa.

Quella sera ci piace chiacchierare con alcuni degli altri ospiti dell'hotel con cui abbiamo stretto amicizia. Sono davvero un bel gruppo di persone.

C'è una band che suona sulla terrazza del ristorante - un'interessante miscela di reggae, jazz, blues e musica tradizionale dell'Africa occidentale. È la nostra ultima notte e quando alcuni camerieri e cameriere iniziano a ballare mi unisco e presto anche la maggior parte degli altri ospiti.


Dopo faccio una chiacchierata con la band. Baatin, significa qualcosa lungo le linee del giusto passaggio o telepatia - forse un piano superiore di pensiero. Cantano in wolof, swahili, portoghese e inglese. Ebrima Touray, il cantante e condirettore maschile della band, ha una bella voce grave che ben si adatta al blues. Kumba Sowe, che canta la protagonista femminile di alcune canzoni, ha una bellissima voce ricca e vellutata. Originario del Senegal, Baatin ha incontrato Ebrima in Gambia e ha introdotto la band nel blues. Puoi scoprire di più su Baatin e ascoltare parte della loro musica su myspace anche se le informazioni sono piuttosto obsolete.

La nostra ultima mattina, e mentre esco sulla scala aperta fuori dalla nostra stanza, respiro l'odore del bruciante churia banta. Un tipo di legno spruzzato su carbone o riscaldato in vasi di terracotta per profumare l'aria. La passeggiata attraverso i giardini fino al ristorante è incantevole sotto il sole del mattino.

Non ho mai provato il locale akra della prima colazione, quindi faccio scoppiare tre palline rotonde e un po 'di salsa su un piatto e mi siedo sulla terrazza che si affaccia sui giardini di Ngala con uno scorcio di mare attraverso le palme. L'akra è fantastico e avrei voluto provarlo prima. Le palline sono fatte con piselli dagli occhi neri macinati nella farina e fritti, serviti con salsa di cipolla, peperoncino e jimbo (condimento). Li ho trovati davvero deliziosi, croccanti all'esterno e lisci e leggeri all'interno.


Dopo la colazione c'è un sacco di tempo per rilassarsi in piscina prima che dobbiamo andare in aeroporto e penso a che settimana meravigliosa sia stata.

Questa è la mia ultima annotazione sul diario fino alla mia prossima visita in Gambia, ma ho molto altro da raccontare nelle prossime settimane di questo viaggio sul mio blog "Travel w'th Kat", comprese le interviste con l'affascinante chef del Ngala Lodge e il meraviglioso giocatore di Kora, Bajaly e la mia mattinata con Ida che cucinavano pesce benechin e mi è stato dato un libro di cucina gambiana da rivedere, quindi non vedo davvero l'ora di provare alcune delle ricette quando torno a casa.

È ora di iniziare a pianificare un altro viaggio! Dove prossimo?