Luglio 4, 2020

Da non perdere la cittadella di Thang Long ad Hanoi

Mentre la maggior parte di Hanoi di antico Cittadella di Thang Long fu distrutto dal Colonialisti francesi, i resti forniscono una visione affascinante della storia del Vietnam.

Luu Quang Pho visita questo importante sito, che ha ottenuto lo status di sito del patrimonio culturale mondiale dell'UNESCO.

"La Porta Nord, o Cua Bac, porta buchi fatti da palle di cannone sparate da navi da guerra francesi." Un tempo area proibita, la vecchia cittadella di Hanoi è ora aperta al pubblico.


Il 31 luglio 2010, il Comitato del patrimonio mondiale riconosciuto la cittadella reale di Thang Long come patrimonio mondiale dell'umanità. Questo sito è motivo di grande orgoglio per il popolo di Hanoi e per i vietnamiti in generale.

Alla fine del 2003, l'Istituto di archeologia ha annunciato i risultati iniziali del più grande scavo in Vietnam a 18 Hoang Dieu Street, nel quartiere BaDinh di Hanoi. Le persone erano stupite da ciò che era stato esposto. Lo strato più profondo conteneva testimonianze di edifici del periodo pre Thang Long (VII-IX secolo d.C.), o Dai La Citadel. Le colonne di legno erano rimaste intatte nell'ambiente argilloso creato dall'alluvio del fiume Rosso. C'erano anche antichi pozzi e tegole decorate con teste di animali in terracotta.

Il livello successivo conteneva tracce architettoniche dal Dinastie Ly-Tran (XI-XIV secolo d.C.), tra cui un contrafforte di fondazione, colonne di fondazione scolpite con motivi di drago, una base piastrellata e canali di drenaggio. Gli archeologi trovato anche sofisticati elementi architettonici decorativi come teste di fenice, foglie di alberi di boe e figure di draghi, a conferma che la tecnologia di produzione, i forni e le abilità dell'epoca erano piuttosto avanzati. Dopo quasi un millennio, la glassa colorata è rimasta intatta.


Lo strato superiore dello scavo in 18 Hoang Dieu Street ha rivelato i resti del Le dynasty (XV-XVIII secolo d.C.) con strutture fatte di mattoni di legno martellato e pozzi murati, particolarmente affascinanti sono le tegole decorate con cinque draghi artigliati progettati per palazzi reali e oggetti in ceramica per uso reale.

Gli oggetti rinvenuti in questo sito si estendono per oltre 1.000 anni, confermando il continuo sviluppo della cittadella di Thang Long, come riportato nei documenti storici. Questa scoperta ha un grande valore culturale e storico. Questi reperti archeologici e quelli trovati in superficie nel settore centrale della cittadella di Thang Long ci danno un quadro più completo della continua evoluzione della capitale di Thang Long come sede del potere del regno di Dai Viet dall'XI al XVIII secolo d.C. Per questo motivo, l'UNESCO ha riconosciuto la Cittadella come Patrimonio dell'Umanità in occasione del 1000 ° anniversario di Hanoi

Secondo il comitato del patrimonio mondiale, il settore centrale della cittadella imperiale di Thang Long Hanoi testimonia l'interazione tra cultura cinese nel nord e nel Regno di Champa nel sud del paese, che ha portato a una cultura unica nel delta del fiume Red in Vietnam. Questa eredità conferma anche l'antica civiltà del popolo Viet e l'esistenza di un mare di potere politico continuo dal VII secolo d.C. Come centro politico del paese, Thang Long ha supervisionato la formazione e l'evoluzione di una nazione indipendente anche durante l'era coloniale e le due guerre di resistenza nei tempi moderni.


Quando il Dinastia Nguyen salì al potere e trasferì la capitale in colore, Thang Long è rimasto più importante che mai. Nel 1805, l'asta della bandiera di Hanoi fu costruita dal re Gia Long quando ricostruì la cittadella di Hanoi. Questa speciale struttura, che si trova nel complesso dell'attuale Museo di Storia Militare del Vietnam, non ha subito danni durante alcuna guerra.

La dinastia Nguyen ordinò la riparazione della Porta Sud (Doan Mon) dopo il suo restauro sotto la dinastia Le. Nel 1999 l'area sotto questa porta fu scavata. Sono state rinvenute molte reliquie di vari regimi feudali, come mattoni del periodo Le, percorsi piastrellati della precedente dinastia Tran e mattoni cotti con decorazioni di crisantemo dalla corte di Ly.

Oltre a Doan Mon, oggi tutto ciò che resta del palazzo Kinh Thien sono nove gradini in pietra decorati con draghi realizzati nel 1467 sotto l'imperatore Le Thanh Tong, sul retro del cortile del palazzo si trova una coppia di piccoli draghi realizzati alla fine del XVII secolo. Dietro il palazzo Kinh Thien si trovano l'Hau Lau (torre posteriore) e il Bac Mon (porta nord), o Cua Vac, come spesso viene chiamato oggi. Questi sono gli unici resti dell'ex cittadella di Hanoi, poiché gli occupanti francesi lo fecero demolire per ottenere mattoni per le loro nuove costruzioni. La porta nordica ricorda l'occupazione francese poiché la sua facciata reca buchi fatti da due palle di cannone. Le palle di cannone furono lanciate dalle navi francesi sul fiume Rosso durante gli attacchi del 1882.

All'interno della Cittadella si trova l'edificio D67, un'altra struttura storica costruita durante la guerra (1954-1975). Fu in questo edificio che il Politburo del Partito dei Lavoratori del Vietnam (ora Partito Comunista del Vietnam) e la Commissione del Partito Militare Centrale si riunirono regolarmente dal 1967 al 1975.

Come fu costruito nel 1967, l'edificio fu chiamato D67. Questo edificio presenta un rifugio antiaereo sotterraneo profondo nove metri con tre scale dove i generali potrebbero lavorare durante gli Stati Uniti, i bombardamenti.Oggi, i visitatori possono venire qui per vedere il luogo in cui i generali hanno preso importanti decisioni su come condurre la guerra contro gli Stati Uniti, gli imperialisti e per vedere oggetti semplici ma storicamente interessanti come ventilatori da tavolo elettrici e telefoni meccanici.

Una zona proibita, la vecchia cittadella di Hanoi è ora aperta al pubblico. Posto sotto la gestione del Centro di Conservazione delle vestigia della Loa delle antiche mura di Hanoi, il settore centrale della cittadella imperiale di Thang Long Hanoi è un luogo interessante da visitare. Prima di visitare questo sito storico, i visitatori devono visitare il seguente sito Web.



A Visit To Hanoi's Citadel - Learn About The History (Luglio 2020)